Le origini dello sfruttamento a fini terapeutici e di bellezza, risalgono al periodo Etrusco-Romano (III sec. a.C.). come attestano gli scritti di Strabone, Tibullo, Simmaco, Marziale e Scribonio Largo, medico dell'imperatore Tiberio

In epoca medievale le terme che sorgevano intorno a queste sorgenti divennero meta privilegiata di molti pontefici. È con papa Gregorio IX, nel 1235, che ha inizio l'epoca dei fasti papali. Papa Bonifacio IX, nel 1404, accolse l'invito dei priori di Viterbo per curarsi con le acque e i fanghi i "gravi dolori delle ossa".

L’importanza che le Terme hanno avuto nel passato sono documentate dalle citazioni di Dante nella Divina Commedia e nei disegni a penna di Michelangelo Buonarroti, ora custoditi presso il museo di Vicar de Lille in Francia, realizzati mentre passava dai Bagni di Viterbo in uno dei suoi viaggi a Roma (tra il 1496 e il 1536).
- Aperto tutti i giorni dalle 8:00 all' 1:00 orario continuato.
- A vostra disposizione sdraio e angolo relax
- Distributore automatico bevande
Sede Legale:
Associazione di promozione sociale "Il Bagnaccio"
Via Monfalcone, 22/E - 01100 - Viterbo (VT)
C.F. 90100870568

Location "Il Bagnaccio"
Via Garinei
Telefono: 348.9010647 Fabrizio
Email: info@bagnaccio.it
Pagina Facebook: "Il Bagnaccio"